L’appuntamento con gli Amber è il 13 novembre a ”Porta Genova”

L’appuntamento con gli Amber è il 13 novembre a ”Porta Genova”

Dopo l’uscita di ”Supreme” che segnava l’esordio della band di Vigevano, gli Amber tornano per restare. Fuori il 13 novembre il nuovo singolo che anticipa ”Hobby”, l’album d’esordio.

”Porta Genova” (distribuito da Believe) racconta delle incertezze vissute nelle fasi di transizione, del senso di smarrimento tipico dei nuovi inizi, di quando si è consapevoli che non ci sarà più un ritorno nel luogo sicuro da cui si proviene.
Gli Amber raccontano di un incontro, due percorsi opposti che si ritrovano alla stessa fermata lungo un tragitto composto da scelte sbagliate e rinunce dolorose. Milano è la cornice di un viaggio sofferto in un’atmosfera inquieta in cui il caos genera alienazione, una Milano terra di conquista o motivo di rimpianto troppo frenetico per lasciar capire come ci si sente, l’unica soluzione è lasciarsi trasportare.

BIO:
Gli Amber sono una band di Vigevano composta da 4 elementi (tra i 23 e i 24 anni) nata nel 2010 dall’idea di Riccardo Bruggi e Federico Mazzucco, tra i banchi della scuola media. Sin dai primi incontri il gruppo si concentra sulla scrittura e l’esecuzione di brani originali, ottenendo negli anni un sound caratteristico tra influenze rock, pop e alternative. Nel 2013 la band pubblica su YouTube il primo ep “Just Listen”, seguito da “Murder In Light Blue” nel 2015. Il 2016 è l’anno dei primi testi in italiano, vengono pubblicati i singoli “Mai Più” e “Per Resistere”, sempre su YouTube. 
Dopo aver pubblicato indipendentemente “Supreme” nel 2018 sulle piattaforme digitali, la band ha iniziato le registrazioni del disco.
“Porta Genova” è il primo tassello che compone “Hobby”, l’album d’esordio degli Amber. È un album che racconta della nostalgia e dell’urgenza che si provano quando ci si riscopre adulti, degli appigli necessari per non cadere nel vuoto e delle contraddizioni che ognuno deve affrontare, con se stessi e con il mondo fuori.

Ufficio stampa PressaCom

Federico Cardu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *